+30 Fattori di Ranking su Google

Pubblicato

Commenti

Il traffico proveniente da Google è gratis, qualificato e attivamente alla ricerca della soluzione. In questo articolo vengono elencati più di 30 fattori di ranking su Google più importanti (con le relative spiegazioni). Se vuoi posizionare il sito su Google in prima pagina, devi leggere assolutamente questo post.

Sai qual è il mio tipo di traffico preferito?

Non sono i follower faticosamente conquistati dai social, oppure siti web che rimandano i nostri link perché vogliono condividere i nostri contenuti, non sono nemmeno i test sul traffico a pagamento che corriamo, quindi il nostro pubblico sa cosa funziona e cosa no …

… è il tipo di traffico gratuito e in continua crescita che adoro e si chiama Organic Search (ricerca organica).

Cosa significa Organic Search: è il termine usato per descrivere le persone che visitano il tuo sito web tramite un motore di ricerca come Google.

Ogni singolo mese, acquisiamo più traffico organico. E non si tratta di fortuna, o di denaro, o di ore di lavoro, ma perché sappiamo cosa stai cercando Google e facciamo tutto il possibile per dartelo (utilizzando oltre 30 fattori di ranking per Google).

Ottimizzare il sito web e il contenuto per i motori di ricerca è fondamentale. Il traffico è gratuito e se fai costantemente le cose giuste, è garantito crescere mese dopo mese.

Più traffico = Più (potenziale)
Denaro / Reputazione / Autorità / Fama / Esposizione, in pratica qualunque cosa tu stia sperando di ottenere …

… e quando il traffico è gratuito e richiede poco sforzo, è molto più bello.

Perché scegliamo Google?

Potresti aver notato che ho indirizzato il termine “traffico organico” in particolare su Google, anche se ci sono tonnellate di altri motori di ricerca. C’è una ragione per questo, controlla la quota di mercato dei motori di ricerca in tutto il mondo:

Quanto Vale Google
Quanto Vale Google

Sì, Google è così avanti, saremmo stupidi a concentrare i nostri sforzi su qualcun altro, specialmente se consideri:

  • Baidu e YANDEX RU hanno un 2,2% combinato del mercato. Sono pronti per gli utenti della Cina e non considererei questo il nostro mercato di riferimento (ma i piani per il dominio del mondo arriveranno presto).
  • Gli altri motori di ricerca utilizzano misure simili a questi fattori di ranking di Google, quindi, puntando al meglio, stiamo colpendo tutti.
  • SimilarWeb stima che Google.com (solo il dominio .com) riceve quasi 44 miliardi di visite al mese, rendendolo il sito Web numero 1 al mondo.

Il traffico di Google

Traffico Google
Traffico Google

A proposito: se riuscissi a ottenere solo lo 0,001% del traffico di Google al mese tramite organico, avrai 440.000 visitatori in più gratuiti, non male eh?

Di fatto, Google è così dominante che non solo possiede il sito Web Numero 1 al mondo (basato sul traffico), ma possiede anche il Numero 2 (Youtube), il Numero 15 (google.com.br), il Numero 17 (google .co.in), 18, (google.co.uk), 21 (google.co.jp) …

…La lista potrebbe continuare all’infinito. 15 dei 50 siti più visitati al mondo sono motori di ricerca di proprietà di Google (similarweb) …

… quindi, se non stai adescando il tuo sito web per attirare visitatori da esso, ti manca una OPPORTUNITÀ MASSIMA.

In questo post, esamineremo più di 30 fattori che Google ritiene più importanti per il posizionamento. Ti suggerisco di tenere questa pagina a portata di mano (segnalibro o preferita) e controllarla ogni volta che aggiorni il tuo sito web, ma non aspettarti di vedere milioni di nuovi visitatori durante la notte!

Il traffico organico richiede coerenza. Se segui tutto in questo post e continui a lavorarci, il tuo traffico organico crescerà mese dopo mese, lo garantisco!

Fattori di Ranking

Nel nome della semplicità, in particolare quando si affronta un potenziale rischio di trip come SEO, ho suddiviso i fattori di ranking di Google in categorie più ampie. Se sei nuovo per la SEO, affronta queste categorie e i loro fattori nell’ordine elencato di seguito …

… Li ho messi in questo ordine per un motivo! Alcuni di essi avranno un effetto molto più grande di altri, ma la forza del tuo posizionamento sarà basata sulla somma di questi fattori, non di quelli individuali!

Google Ranking: SEO generale

Velocità di caricamento: a Google interessa la velocità del tuo sito web. Assicurati di eseguire regolarmente controlli di velocità e di ottimizzare il tuo sito. Ci sono un sacco di controllori della velocità del sito Web, ma usiamo Pingdom per il loro report completo.

Sicurezza: Google non vuole mettere in pericolo i propri utenti o consigliare un sito Web che potrebbe danneggiare il loro dispositivo oppure la loro reputazione. I siti con protezione e crittografia appropriate saranno più elevati rispetto a quelli senza. Assicurati che il tuo sito sia pronto per la navigazione sicura: HTTPS.

Sitemap: una Sitemap consente a Google di navigare e classificare l’importanza di tutte le pagine del tuo sito. Se stai usando WordPress, installa il plugin Yoast e impostane una usando il generatore di sitemap. Installa Google Search Console (in precedenza chiamata Strumenti per i Webmaster) per scoprire se ne hai già mappa del sito disponibile.

Mobile Friendly: il 51,89% del traffico web mondiale proviene da dispositivi mobili (STATISTA). Il tuo sito deve essere ottimizzato per questo dispositivo. Se il tema o le funzioni del tuo sito web non sono adatti ai dispositivi mobili, sarai penalizzato per la ricerca.

Velocità di caricamento mobile: assicurati che le dimensioni di immagini e video siano ridotte al minimo per velocizzare le prestazioni. Verifica GRATUITAMENTE la velocità del tuo sito mobile con testmysite.withgoogle.com. Questo fantastico strumento esegue un test, confronta il tuo sito web con i concorrenti e ti dice anche come migliorare.

AMP: conosciuto anche come pagine mobili accelerate. Questo potrebbe non influenzare la classifica del desktop, ma sicuramente lo sarà sul cellulare. Quando AMP è installato, riceverai il simbolo del fulmine sulla pagina dei risultati di Google e le tue pagine verranno caricate immediatamente.

Anzianità dominio: i domini storici hanno una possibilità (sempre leggermente migliore) di classificare rispetto a quelli più recenti. Non preoccuparti di questo, non c’è niente che puoi fare e fa solo una differenza parziale.

Autorità dominio: maggiore è l’autorità del tuo sito, maggiore sarà il tuo punteggio. Ci sono oltre 40 diversi segnali di autorità del dominio e quasi tutti sono influenzati da link esterni. Un sito web è classificato tra 1 e 100, dove 1 è il più basso e 100 il più alto. Controlla la tua autorità di dominio da qui e prova a migliorarlo ottenendo link da siti di livello superiore.

Meta description delle pagine: Una meta description è il testo grigio che appare sotto il titolo di un risultato di ricerca. Ogni pagina e post ne ha bisogno. Fornisce a Google un testo univoco da mostrare all’utente e queste descrizioni dovrebbero includere le parole chiave che il pubblico di destinazione cercherà.

Schema.org: questo è un elenco di tag di microdati che possono essere aggiunti al tuo sito web, in modo che Google possa comprenderne il contenuto in modo più rapido e semplice. Controlla schema.org e scopri esattamente come può migliorare tuo posizionamento.

Crosslink: noti come collegamenti interni, sono collegamenti all’interno del tuo sito Web che collegano le pagine. Google utilizza i collegamenti interni per verificare la qualità della navigazione del tuo sito web e valutare l’importanza di determinate pagine. Se desideri che una determinata pagina “ranka” bene su Google, assicurati di utilizzare molti collegamenti incrociati per mostrare a Google la sua importanza.

Regolarità: l’attività regolare sul tuo sito è un modo infallibile per mostrare a Google che sei attivo. L’aggiornamento costante del tuo sito con nuovi contenuti ti garantisce di aumentare le classifiche.

Segnali di qualità: questi includono errori di ortografia e grammatica, così come la navigazione. Quello che Google non scopre usando la loro intelligenza artificiale, capisce dal comportamento degli utenti

Google Ranking: Contenuto

Densità delle parole chiave: chiamata Keyword Density, questo era un indicatore chiave per Google, ma non più. Si sono resi conto che i proprietari di siti web e i marketer SEO stavano abusando di contenuti con parole chiave per un disperato tentativo di posizionarsi in prima pagina. Purtroppo, i contenuti pieni di parole chiave mancano di qualità e Google lo ha riconosciuto. Se impacchetti i tuoi contenuti con parole chiave ora, Google ti penalizzerà. Incoraggia le persone a scegliere una densità di parole chiave di 0,5-2,5%.

Headline: I termini di ricerca del titolo (ovvero le parole chiave) inclusi nei titoli e nei titoli delle pagine saranno migliori di quelli senza. Per esempio. questa pagina si posiziona meglio per la query di ricerca, “Fattori di ranking di Google”, rispetto a “Risultati del motore di ricerca”

Sottotitoli: l’utilizzo di sottotitoli ti aiuterà a classificarti per più motivi. Rompono la tua pagina, semplificando la lettura dei visitatori (a Google interessa davvero la UX). I sottotitoli migliorano la navigazione della pagina e possono includere parole chiave. Assicurati di utilizzare H2 e H3 pertinenti nei tuoi contenuti. Scrivendo queste domande ti metterai in una posizione di forza anche per la ricerca vocale.

Sommario: un indice (come quello nella parte superiore di questa pagina) è un altro modo per mostrare a Google quanto sia facile navigare nella tua pagina. I pulsanti di contenuto sono effettivamente collegamenti alle pagine interne, che aiutano anche i punteggi di classificazione e pertinenza.

Lunghezza dei contenuti: la lunghezza dei contenuti scritti apporta un contributo significativo al tuo posizionamento, in particolare se fai blog o contenuti di marketing. Come regola generale, maggiore è il contenuto di una pagina, migliore sarà il ranking, in particolare per il comportamento dell’utente come il tempo di sosta. Backlinko ha scoperto che il risultato medio della prima pagina di Google contiene 1890 parole.

Posizione della parola chiave nei titoli: Sebbene questo non spinga istantaneamente i tuoi contenuti in posizione 1, è noto che spostando la parola chiave del tuo contenuto all’inizio dell’articolo è più probabile che il contenuto ottenga un punteggio di pertinenza più alto.

Slug o estensione URL: questo è tutto ciò che viene dopo il / nell’URL di una pagina. Ad esempio in www.agenziawebcatania.it/ranking-su-google, “ranking-su-google” è lo slug. Assicurati di abbreviare il tuo slug in modo che sia facile da usare e indirizza Google alla parola chiave specificata per la quale desideri classificare. Separa le tue parole con un trattino ‘-‘.

Sottodominio: anziché utilizzare le estensioni “slug” o URL, alcuni siti Web scelgono di utilizzare i sottodomini. Questi sono particolarmente rilevanti per i siti che pubblicano contenuti che non sono completamente pertinenti al loro dominio. Ad esempio, invece di avere il blog su www.agenziawebcatania.it/blog, un sottodominio sarebbe blog.agenziawebcatania.it. La parola chiave viene prima del nome di dominio.

Contenuto della Meta Description: ogni pezzo di contenuto che pubblichi deve avere una meta descrizione e deve sempre includere la parola chiave per la quale desideri posizionarti. Google modifica regolarmente i limiti di caratteri della meta descrizione, quindi assicurati di essere aggiornato.

Varietà di contenuti: il video sta prendendo il sopravvento e Google lo sa. È probabile che il contenuto che include video sia di gran lunga migliore, soprattutto in quanto il coinvolgimento e le condivisioni sociali sono generalmente più elevati per questo tipo di contenuti. Una miscela di audio, immagini, scritte e video piacerà a più persone, manterrà i visitatori sulla tua pagina più a lungo e, in definitiva, ti aiuterà a posizionarti più in alto.

Alt Text Tags: un tag alt funge da ancoraggio per un’immagine. Ogni immagine caricata sul tuo sito deve averne uno! Inserisci sempre la tua parola chiave qui. Ti aiuterà sicuramente a posizionarti più in alto!

Link solidi: Google potrebbe affermare di non classificare i siti sul numero di link esterni o in uscita incorporati, ma ti penalizzeranno se ti colleghi a siti che Google ritiene inaffidabili o pericolosi, nonché link che sono stati eliminati. Assicurati di rimanere in cima ai link non funzionanti alle vecchie pagine. Utilizzare uno strumento gratuito come BrokenLinkCheck per rimanere in vantaggio.

Elenco puntato ed elenchi numerati: Google ama tutto ciò che rende facile la lettura di una pagina per l’intelligenza artificiale, che risolve chiaramente un problema e semplifica le cose per i propri utenti. I punti elenco e gli elenchi numerati sono un ottimo modo per farlo. Se a Google piace davvero la tua lista, potrebbero persino usarla nella tanto ricercata “posizione zero”, le ricette sono un ottimo esempio

Google Ranking: Comportamento degli utenti

Tutte queste metriche possono essere monitorate da Google Analytics.

Frequenza di rimbalzo – I marketer SEO hanno discusso per un certo periodo di tempo sulla frequenza di rimbalzo, ma lo scorso anno SEMRUSH ha praticamente messo fine a quella discussione. Il loro articolo sui fattori di ranking di Google mette la frequenza di rimbalzo come uno dei più importanti nell’algoritmo di ricerca di Google. La lezione qui, assicurati che ogni pagina abbia un obiettivo e tu (almeno prova a) indirizzare il traffico da qualche parte.

Tempo sul sito: i recenti aggiornamenti dell’algoritmo di Google sono stati tutti basati sull’esperienza utente e più tempo un visitatore spende sul tuo sito, maggiore è l’indicazione che il tuo sito ha contenuti di qualità. Includere un video nei tuoi contenuti è un ottimo modo per aumentare questi numeri.

Pagine per sessione: questo è il numero di pagine visualizzate da un visitatore prima di uscire dal tuo sito web. Maggiore è il numero, combinato con le statistiche sul tempo del sito, maggiore è l’indice della qualità.

Visite dirette sul sito web: avere un elenco fedele di visitatori che vengono sul tuo sito dimostra direttamente che il tuo sito ha contenuti di alta qualità. Google usa questo come un forte segnale di classifica.

Google Ranking: Fattori Off-Site

Segnali sociali (social signal): mentre i social media da soli non aiutano il tuo page rank, possono mostrare a Google che il tuo sito è ben voluto e fornisce agli utenti qualcosa di valore. Azioni, Mi piace, commenti e follower possono fare la differenza nella classifica.

NAP sta per Nome, Indirizzo, Numero di telefono. Il NAP è fondamentale per le aziende che desiderano posizionarsi bene nei risultati di ricerca organici locali, perché i motori di ricerca come Google prendono in considerazione i dati per determinare quali aziende mostrare per le ricerche con targeting geografico.

Backlink: un backlink è un link al tuo sito web, pagina o contenuto da un sito esterno. Sono uno dei più importanti fattori di ranking di Google, in particolare per le prestazioni, l’autorità di dominio e il traffico dei referral. Se non lo sei già, prova a creare relazioni con altri siti Web pertinenti. Questo ti darà una continua opportunità di ricevere backlink per i contenuti. Usa gli strumenti di revisione SEO Free Backlink Checker per tenere traccia dei tuoi.

Domain Authority dei Backlinks – come accennato in precedenza, Domain Authority è un indicatore cruciale per Google. Se i tuoi backlink provengono tutti da siti con una DA relativamente bassa, è probabile che non abbiano alcun effetto. Tuttavia, se riesci a ottenere ritroso dai siti Web con un’alta autorità di dominio, mostrerà a Google che il sito web con un valore elevato, ti valorizza. Questo migliorerà significativamente le tue possibilità di classifica.

Percentuale di clic (CTR): questa è la percentuale di persone che fanno clic sul tuo link quando lo vedono nella pagina dei risultati di Google. Se Google sta mostrando la tua pagina a molti dei suoi utenti (impressioni) e nessuna di queste persone fa clic su di essa, mostra a Google che il loro pubblico non apprezza questo contenuto. Più alto è il tuo CTR, più alto è il tuo rango. Controlla questo su Google Search Console (se ti sei registrato a Google Analytics, utilizzerà lo stesso login).

Conclusione

Spero che tu abbia trovato alcuni consigli utili, scoperto qualcosa di nuovo sul Ranking di Google e che sia prontamente entusiasmato dall’aumento delle classifiche di Google …

… ma non abbiamo ancora finito.

Esatto, Google ha molti più fattori di ranking rispetto a quelli inclusi in questo articolo. Pertanto, aggiornerò regolarmente questo articolo, con nuovi fattori che potrebbero fare la differenza per le prestazioni del tuo sito.

Se pensi che ci sia qualcosa di grande che mi sia perso, lascia un commento o inviaci un messaggio. Il nostro pubblico vorrebbe sentire la tua opinione!

Facebook 0
Google+ 0
LinkedIn 0
WhatsApp

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sugli ultimi aggiornamenti di Google, Facebook e Instagram?

Aiutiamo le piccole aziende a fare grandi imprese

Commenta questo articolo

Potresti leggere

Frasi Tumblr
Facebook

Migliori Frasi Tumblr

Sei alla ricerca di frasi tumblr da condividere su Facebook e Instagram? Per cercare citazioni tumblr e frasi tumblr sicuramente sarai in un periodo giu

Creare Sito Ecommerce Prestashop
News

Creare un sito ecommerce con Prestashop

Se conosci il settore della vendita online e degli ecommerce, sicuramente avrai sentito parlare di Prestashop. In questo articolo scopriremo le principali caratteristiche di questo

CHIUDI

[contact-form-7 id=”7876″ title=”CONTATTI”]

Informativa privacy ai sensi dell’art. 13 D.Lgs 196/2003

I dati da Lei inseriti, quali i dati identificativi, indirizzi, numeri di telefono e indirizzo email, saranno trattati dall’impresa titolare del sito internet , con modalità elettroniche e in qualità di Titolare del trattamento, al solo fine di dare risposta alle Sue richieste e non verranno messi a disposizione di nessuno, né diffusi. Il trattamento di tali dati è necessario perché il titolare del sito internet possa evadere le Sue richieste. In qualità di interessato del trattamento, Le è garantito l’esercizio dei diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. 196/03, tra i quali il diritto di ottenere dal Titolare del trattamento la conferma dell’esistenza dei Suoi dati personali e la loro comunicazione in forma intelligibile, di conoscere le modalità e le logiche del trattamento, di richiedere l’aggiornamento e l’integrazione dei dati stessi, la loro cancellazione o trasformazione in forma anonima, in caso di violazione di legge, nonché, di opporsi al loro trattamento. Tali diritti potranno essere esercitati rivolgendosi in qualsiasi momento per iscritto al Titolare del trattamento, presso la sua sede indicata nel sito internet medesimo.

13928

13889
13623

Tutti i prezzi si intendono IVA esclusa e a partire da