La notizia è uscita la settimana scorsa, ma Google li sta testando da più di un anno. Ecco i Display con cui Google sta facendo dei test qui a Londra per portare la pubblicità Display del circuito DoubleClick anche offline. Wired Italia aveva titolato “Google testa i cartelloni che cambiano annuncio in base a chi ci passa sotto” una mezza verità che aveva attirato molto l’attenzione e la mia prima domanda è stata “Ma come fa con tutta la gente che ci passa?”.

Diciamo che è una mezza verità, in quella mezza possiamo dire che avendo la cronologia dei nostri spostamenti e sapendo esattamente dove siamo, unendo i dati di trend di ricerche / argomenti etc ed avendo le informazioni geolocalizzate del Display dove fa girare il circuito di Ads in quel momento, può elaborare degli interessi rispetto alle tipologie di utenti (raggruppati per affinità) che sono presenti in quel momento e mostrare qualcosa di maggiormente attraente per l’Audience presente. Ed anche senza farsi tutte ste pippe può usarli come Display diretta, associare i dati di chi è presente nel momento in cui l’Ad viene mostrata ed utilizzarla per capire se ci sono correlazioni con le Conversioni TrueView che avvengono nei giorni successivi. Questa ultima cosa mi fa andare in brodo di giuggiole Emoticon smile . In realtà questi test li sta facendo già da più di un anno, la foto n° 4 con la Youtuber Zoella (da 5,8 Milioni a 9,5 Milioni di Utenti nel suo canale YouTube in 1 anno) l’ho scattata più di un anno fa nello stesso posto, a quel tempo stavano spingendo famosi Youtubers Inglesi per far crescere la loro Audience. Display di dimensioni diverse sono nelle stazioni, ed anche nei tunnels della metropolitana. Se solo inizio a fare 2 + 2 ed immagino cosa si potrebbe ottenere mi sale il ROAS.

Questi si trovano nella rotonda di Old Street, li potete vedere da qui

Vota questa pagina
[Totali: 0 Media: 0]