Arriva uno degli aggiornamenti più importanti per le attività commerciali locali: Facebook ha aggiunto o meglio aggiornato uno dei suoi formati pubblicitari più interessanti: Local Awareness. Si tratta di un’unità pubblicitaria lanciata con lo scopo di aiutare coloro che hanno uno o più locali commerciali sul territorio ad incrementare le visite in store.

Come Funziona?

La pubblicità viene mostrata dinamicamente solo alle persone che transitano o hanno transitato recentemente vicino ad uno dei punti vendita, in un raggio che può essere deciso dall’inserzionista nel pannello di Facebook Ads o nel Power Editor.

Tra le novità del nuovo formato pubblicitario, troviamo una mappa che mostra tutti i negozi attorno. Cliccando su ognuno di essi vengono mostrate le indicazioni per raggiungerlo a partite dal punto in cui ci si trova, gli orari di apertura, il numero di telefono, il sito web e i tempi di percorrenza.

Store locator for local awareness adsA demo of the new store locator feature for local awareness ads.
Posted by Facebook Business on Tuesday, 14 June 2016

Local Insights

Adesso sarà possibile per gli amministratori della pagina aziendale, in una sezione degli Insights, sono in grado di monitorare una serie di metriche legate al successo dell’iniziativa, ma anche alle audience che circolano nei pressi dei suoi locali commerciali. In particolare il trend temporale di quante persone sono transitate nella sua area (usando i dati di geolocalizzazione e wifi), i giorni e le ore della settimana di maggior affluenza, l’età, il genere, la percentuale di coloro che hanno visto la pubblicità su Facebook e, da oggi, anche il numero esatto.

Facebook corre molto velocemente anche per colmare il gap con Google, che già dall’anno scorso permette di creare formati pubblicitari che mostrano le attività commerciali presenti nella zona in cui sta transitando l’utente. Addirittura di recente ha anche introdotto la possibilità di mettere pubblicità direttamente in Google Maps. Anche sulla misurazione delle visite in store, Google è partita prima. Insomma la battaglia per convincere gli inserzionista si fa sempre più agguerrita.

Vota questa pagina
[Totali: 0 Media: 0]